I supporti strutturati : guida alla scelta del marsupio

Cosa sono i supporti strutturati?

I supporti strutturati sono caratterizzati generalmente da un pannello centrale morbido che si adatta alla schiena del bambino favorendo la fisiologica curvatura propria di ciascuna età, fissato ad un fascione in modo da garantire una seduta ampia da ginocchio e ginocchio del bambino.

Solitamente possiedono un poggiatesta fisso o asportabile.
Il fascione centrale, la sua forma, rigidità, imbottitura così come quella degli spallacci assumono importanza per la vestibilità del portatore e permettono di scaricare uniformemente il peso del bimbo.
Spallacci e fascione hanno chiusure a moschettone con sicurezza per evitare l’apertura accidentale; esistono poi supporti semistrutturati, o Half-buckle, che uniscono caratteristiche tipiche dei Mei Tai e dei marsupi avendo un fascione centrale con chiusura a moschettone e spallacci tipici dei Mei Tai o Wrap Tai.

I supporti strutturati sono pratici e intuitivi, adatti a chi non si sente fare legature o ha bisogno di un supporto immediato, magari utilizzabile da diverse persone in famiglia.

Cambiamento del mercato negli anni

In pochi anni abbiamo assistito al fiorire di tantissimi marchi e modelli, molti dei quali differiscono per materiali utilizzati, forma e imbottitura di fascione e spallacci.
Fino a poco tempo fa il limite dei supporti strutturati era la limitata adattabilità al corpo del bimbo in crescita, in quanto le misure del pannello centrale erano prefissate e non modificabili.
Esistevano generalmente modelli babysize per alcuni, standard, toddler e preschooler per altri. Attualmente questo limite viene superato dalla maggior parte dei grandi marchi produttori che stanno proponendo sempre più supporti ergonomici regolabili, adattabili quindi anche a bimbi più piccoli o che siano sfruttabili per un arco di tempo più lungo.

L’entità della regolazione e le modalità differiscono da supporto a supporto, così la vestibilità sul bimbo e sul portatore.
Un grosso vantaggio dell’ampia varietà di scelta è l’attenzione verso supporti che si possano utilizzare più precocemente, avvicinando al mondo del babywearing anche genitori non amanti delle fasce e delle legature.
Mentre in precedenza si riteneva necessario consigliare alle mamme di aspettare i 5-6 mesi per utilizzare un marsupio, attualmente per alcuni modelli è sufficiente che il bimbo abbia un buon tono e controllo del capo.

Tuttavia è doveroso precisare che questa valutazione debba essere necessariamente eseguita da personale esperto e formato e per ciascuna diade-mamma bambino, senza facili generalizzazioni.

Marsupi, consulenti babywearing e genitori

La moltitudine di supporti strutturati rende il compito di consultenti babywearing sempre più arduo, sia per la necessità di aggiornamento continuo, sia per le richieste crescenti da parte delle mamme. Il ruolo centrale della consulente è quello di semplificare questa offerta dispersiva, per individuare il supporto che meglio si adatti alle esigenze di mamma e bambino in un dato momento, permettendo di non confondersi troppo e scegliere tra prodotti di buona qualità.

Va quindi sottolineato che la scelta migliore che un genitore, prima di procedere con l’acquisto del supporto,  sarebbe quella di provare vari modelli consultandosi con una consulente babywearing professionista recandosi presso una fascioteca o marsupioteca.

dai uno sguardo al video Pillole di Babywearing dedicato ai marsupi.

 

Ogni supporto verrà descritto secondo i seguenti parametri:

1.regolabilità

2.vestibilità (secondo corporatura del genitore)

  1. vestibilità sul bambino e dimensioni

  2. imbottiture (spallacci e fascione)

  3. possibilità di incrociare gli spallacci

  4. tessuto La vestibilità sul portatore è talmente variabile e soggettiva che resta il parametro più difficile da valutare;

Anche vestibilità per il bambino descritta nelle recensioni è da ritenersi puramente indicativa, in quanto ognuno è diverso nella crescita e nello sviluppo psicomotorio.
Soltanto una consulente esperta può valutare se un bimbo possa essere pronto per un determinato supporto, o meglio, se un determinato supporto possa adattarsi nel miglior modo possibile al corpo di quel bambino.

E voi quale marsupio avete scelto?
Raccontateci nei commenti le vostre recensioni.

BABY CARRIERS

Un ringraziamento speciale va alla nostra Consulente Babywearing e Pediatra Chiara Visconti per aver condiviso con noi il contenuto della sua tesina.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.