Cos’è il babywearing?

Il Babywearing è la pratica di indossare o portare un bambino in una fascia o in altro supporto portabebè. E’ una pratica che ha radici molto antiche ed è praticata in tutto il mondo. Nei paesi industrializzati ha guadagnato popolarità negli ultimi decenni grazie ad un cambiamento di stil1,àoie di genitorialità promosso dai sostenitore dell’attaccamento e del contatto.

Il babywearing può essere praticato dalla nascita (se mamma e bambino sono in salute) e fino a quando entrambi lo desiderano.
Come ogni capacità acquisita, il babywearing ha bisogno di una certa pratica iniziale (si può paragonare al gesto di imparare ad allacciarsi le scarpe).

I vantaggi sono innumerevoli:

  • Il contatto aumenta il livello di ossitocina della madre portando ad un legame più intimo con il proprio bambino, può facilitare l’allattamento al seno, ridurre la depressione post partum e creare un benefico legame paterno.
  • I bambini portati sono generalmente più tranquilli, piangono meno, hanno tutti i bisogni primari immediatamente soddisfatti.
    Il babywearing aiuta il neonato a continuare il suo sviluppo neurale, gastrointestinale e respiratorio nonchè a stabilire l’equilibrio ed un tono muscolare costante.
  • I bambini portati godono di un attaccamento più sicuro con i portatore.
  • Il babywearing se fatto correttamente può ridurre il rischio della SIDS (sindrome della morte in culla).
  • Il babywearing è pratico e permette al genitore di avere le mani libere per sbrigare altre faccende di vita quotidiana nei limiti della sicurezza.

Che cos’è il babywearing per noi consulenti?

 Il babywearing è un diverso approccio alla genitorialità. Permette al nascituro di sentirsi al sicuro e da la possibilità ai genitori di entrare fortemente in contatto con il proprio figlio.
Il babywearing aiuta ad ascoltare i bisogni del bambino e ad aumentare la consapevolezza delle funzioni genitoriali.
E’ uno strumento straordinario che riattiva l’istinto, aspetto necessario per un buon accudimento ed un ottimale sviluppo psico-fisico del bambino.

Roberta De Pompa, ostetrica e consulente babywearing®

Le mie gravidanze sono  state estremamente violente, medicalizzate e mal vissute. Gravi problemi di salute e lo spettro di un aborto pregresso non hanno reso le cose semplici.
Portare Filippo è stato un modo per riconciliarmi con lui, per escludere finalmente il mondo esterno e ritrovare la nostra dimensione.
Per ignoranza e poca voglia di mettermi in gioco ho portato lui poco.
Portare Rebecca invece è l’occasione per dedicarle del tempo esclusivo e privilegiato, a contatto con me anche quando devo e voglio prendermi cura del fratellino “grande”.
Le maggiori informazioni che ho, mi permettono di vivere questa esperienza in modo più completo e sereno

Agnese Pietroselli, mamma e consulente babywearing®

Il babywearing per me è il modo per accompagnare Francesco durante la sua crescita.
La versatilità delle legature, la sensazione di vicinanza che dà l’essere abbracciati insieme, ci trasmette un senso di pace e di serenità.
Ho iniziato solo per praticità, ma subito mi sono resa conto dei benefici e delle sensazioni piacevoli che derivano dal contatto continuo.
E’ un percorso che, nel suo svolgersi, cambia prospettiva e modalità di attivazione.
Mentre prima era solo una forma di accudimento, ora è diventato un modo per recuperare il tempo che non possiamo passare insieme.
La tranquillità e la sicurezza di Francesco, la sua spiccata propensione a socializzare credo sia dovuta al babywearing che mi ha dato le competenze di cui necessitavo per fare la mamma, o meglio, mi ha fatto scoprire di avere queste competenze innate.
Portare dà fiducia, è pratico e comodo e sprigiona sensazioni positive.

Chiara Degan, mamma e ex consulente babywearing®

Il babywearing è un modo per sentirmi ancora una unica cosa con la mia bimba, è protezione, accudimento e mi permette di ascoltare con più attenzione i bisogni della piccola, rendendomi competente e ricettiva immediatamente.
E’ una droga di ossitocina!
E’ un metodo che mi permette di avere le mani libere e rendermi autonoma nelle piccole mansioni di vita quotidiana, senza dover chiedere aiuto agli altri.
Il babywearing è coccola, è amore è vita.

Chiara Signorini, mamma e consulente babywearing®

Il babywearing è vivere con mia figlia, è un modo di accudimento che mi aiuta a capire più velocemente e più facilmente la mia bambina.
E’ un modo naturale e pratico di stare insieme.
Per i primi mesi è stato fondamentale per conoscerci e trasportarla con il tutore per le anche.
Adesso che è più grande, il babywearing è la sintesi della praticità.
E’ una “manna” dal cielo quando è malata ed ha solo voglia e bisogno di coccole per calmarsi e rilassarsi.
La formula magica Babywearing + Aspirapolevre equivalgono a nanna e casa quasi pulita!

Martina Tozzi, educatrice in terapia ABA, mamma e ex consulente babywearing®

Il babywearing costituisce per me un inizio ed allo stesso tempo un continuum.
E’ stata per me una scoperta relativamente recente e casuale, che credo possa accompagnarmi insieme ad altri strumenti, a trasformare il mio lavoro.
In questa fase della vita sento di volermi dedicare alla prevenzione ed al sostegno.

Margherita Ferraro, terapista comportamentale della neuro-psiche e motricità, consulente babywearing®

Il babywearing è tenere il proprio figlio vicino nell’anima, al cuore ed agli occhi.
Babywearing è accompagnarlo gradualmente nella entusiasmante avventura della vita, infondendogli sicurezza, amore ed accudimento. E’ rispondere con calore, con abbraccio e con un sorriso ai suoi bisogni.

Monica Carlesso, mamma e responsabile negozio Pannoli & Pisoli a Modena, consulente babywearing®

Ho conosciuto il mondo del babywearing durante  viaggi in Sri Lanka, Perù ed Africa ed ho deciso così di portare anche io.
Il profumo del mio cucciolo a portata di bacio è una sensazione inebriante. La praticità di avere le mani libere è davvero una grande comodità.
Ora che è grande, poterlo tenere sulla mia schiena e sentirlo abbandonarsi ed accoccolarsi mentre camminiamo tra i boschi, è per me la pace dei sensi. Siamo fusi l’uno con l’altra ed insieme con il mondo che ci circonda.

Silvia Zanol, mamma e consulente babywearing®

Il babywearing è amore, praticità, contatto,e coccole.
Come tutto ciò che è importante, va fatto con passione e consapevolezza.

Esterina Marino, fondatrice dell’azienda Mamma Flò, mamma e ex consulente babywearing®

Portare mia figlia mi ha dato modo di avere un supporto fisico ma soprattutto di contatto e di coccole donandomi un grande senso di praticità ed adeguatezza.
Mio marito, il mio compagno, condivide con me questo percorso.
Per me il babywearing è coccole, fiducia, armonia, simbiosi, esplorazione, conoscenza reciproca, un percorso di amore e di ascolto.

Linda Covato, mamma e consulente Babywearing®

Mi sono avvicinata al babywearing per curiosità e per bisogno lavorativo. Il mio lavoro mi mette a stretto contatto con bambini in difficoltà e prematuri ed il coinvollgimento è fondamentale per il processo riabilitativo.
In ogni trattamento cerco di trasmettere l’importanza dell’ascolto, del contatto e l’attenzione ai bisogni del bambino. Ho ritrovato ciò nel babywearing, dove portare addosso i propri figli significa scoprire un contatto intimo ed un legame efficace.

Annalisa Artusa, terapista dell’età evolutiva e consulente babywearing®

Il babywearing è una filosofia di vita, una pratica di accudimento, un percorso che ha formato la mia genitorialità. E’ un mezzo che mi ha aiutato a gestire il rapporto madre/figlia.
E’ praticità, ritorno alle origini. Da ora il babywearing è una “missione” e rappresenta per me la volontà di trasmettere un messaggio.

Chiara Penta, mamma e consulente babywearing italia®

Il babywearing per me è amore.
Il babywearing soddisfa quella necessità di contatto, di vicinanza e di scambio tra me e la mia bambina.Consente la famosa esogestazione in cui avviene una importante crescita e sviluppo del bambino non ancora maturo.
il babywearing è per me formazione e studio continuo fatti tramite Babywearing Italia insieme a donne e mamme condividendo con loro la stessa passione ed esperienza.
Il babywearing è gioia. Gioia della scoperta di questa pratica da parte del mio compagno.
Il babywearing è un punto di partenza.

Alessandra Grassia, mamma e consulente babywearing®

Il babywearing è una splendida modalità di accudimento che permette di rimanere in contatto con il proprio bambino soddisfacendone i suoi bisogni primari.

Lida Yasmin, mamma e consulente Babywearing®

Il babywearing per me è amore. Si potrebbe scrivere un libro intero, ma questa frase racchiude tutto.
il babywearing ha aiutato me ed i mie bambini a sentirci sempre un unico cuore in due corpi.

Marta Mariani, mamma e consulente Babywearing®

Il babywearing è un arte direttamente collegata alla professione che ho scelto di intraprendere, l’ostetrica.
E’ una tecnica che porta con se quell’idea di maternage che influenza il mio moo di operare quotidianamente.
L’arte ostetrica e l’arte del babywearing si trasformano in vere e proprie modalità di vedere e vivere la propria vita: insegnano il rispetto e la naturalità degli eventi.

Anna Duvalli, ostetrica e consulente babywearing®

E’ una magia che “lega” sentimentalmente e fisicamente mamma e bambino.

Lara Toini, consulente Babywearing®

Il babywearing per me è uno strumento meraviglios al servizio di mamma e bambino. Consente alla mamma di coccolare il proprio bambino fin dalla gravidanza e consente al bambino di ricevere sempre l’attenzione della mamma.
Babywearing è amore e intimità. E’ la risposta ai bisogni della diade madre-figlio.

Alice Pellicioli, ostetrica e consulente babywearing®

E’ libertà, una forma di accudimento che rispecchia il mio modo di intendere il maternage

Giulia Lora, consulente babywearing®

Il babywearing è uno strumento per portare il proprio bambino ed entrare in contatto con lui sentendo la relazione fatta di intimità.

Giulia Bohrer, consulente babywearing®

Babywearing è: incontro, condivisione, intimità, contatto

Carla Farina, consulente babywearing®

Il babywearing per me è un arte e come tutte le arti emoziona e coinvolge. E’ praticità, è possibilità di vivere serenamente una prima parte della maternità, spesso più difficile da affrontare..
Il babywearing  è uno stato d’animo.

Elisa Feltrin, consulente babywearing®

Il babywearing per me è stato uno degli incontri più belli della mia vita. E’ comodità, è una chiave di accesso ad un contatto profondo e ad una profonda conoscenza e scambio con mia figlia.
E’ una medicina perchè aiuta a sentirsi migliori e più competenti.

Manuela di Paola, consulente babywearing®

Il babywearing mette in primo piano il legame con il bambino e il crescere insieme a lui.
Il bambino portato in fascia si sente protetto, contenuto e coccolato come se fosse ancora nella pancia.

Eleonora Buda, doula e consulente babywearing®

Per me il babywearing è un approccio di contatto amorevole e di intersezione empatica con le mie bimbe.

Maria Magini, medico chirurgo e consulente babywearing®

Il babywearing è un abbraccio di stoffa dove si va a ricreare un ambiente familiare e confortevole per il bambino, continuando il rapporto “come dentro, anche fuori, proseguendo questo legame d’amore

Sonia Tonelli, artista e consulente babywearing®

Il babywearing è amore e libertà.
E’ una coccola, un momento intimo e delicato ed è stato di grande aiuto nel momento in cui mia figlia ha sofferto per le “coliche”.
E’ stato un modo per riuscire a riprende la mia quotidianità dopo il parto.

Chiara Aina, artigiana e consulente babywearing®

Il babywearing per me è un percorso iniziato con il test di gravidanza. E’ l’essere madre, ritornare all’origine..
Babywearing è amore, felicità e praticità.

Vanessa Tropiano, educatrice e consulente babywearing®

Il babywearing è tutta la mia vita. Rappresenta i miei bimbi, rappresenta la nascita ed il loro ingresso nel mondo, insieme a me ed al papà.

Cinzia Munari, infermiera e consulente babywearing®

Il babywearing per me è un’opportunità per approfondire il rapporto con la mai bambina rendendomi la mamma più sicura e a mio avviso una mamma migliore.

Irene Bongi, consulente babywearing®

Il babywearing per me è il modo che più rispecchia il mio essere madre e accudire le mie bambine.
E’ risponedere alle loro esigenze di contatto.
E’ conoscersi a vicenda piano piano e nel rispetto dei nostri tempi.
E’ libertà di mantenere la propria vita attiva condividendo con i propri figli le piccole cose della quotidianità e trasmettendo loro le proprie passioni.
Il babywearing per me va oltre il rapporto madre-figlio. E’ un legame tra madri che condividono, si aiutano, si confrontano. E’ la possibilità di creare una rete all’interno di una società sempre più individualista.
E’ un relazionarsi in modo empatico verso il proprio bambino ma anche verso gli altri.

Alice Montagna, educatrice e consulente babywearing®

Il babywearing è  l’arte di portare il bimbo con un supporto ergonomico. E’ stata la mia possibilità di avere un maternage ad alto contatto, nonostante il lavoro. Mi ha dato la possibilità di conoscere i ritmi della mia bambina e di interagire con lei da subito.

Lorena Pasqualini, consulente babywearing®

Il babywearing è uno stile di accudimento basato sul contatto, non solo per il bambino. La mamma ha occasione di soddisfare la propria esigenza di contatto e vicinanza con il suo bambino, sentendosi più competente vedendo il suo bimbo più sereno.
Oltre a questo il babywearing è praticità. Consente di avere una maggiore libertà di movimento per sé ed eventuali altri figli più grandi.

Mariachiara Di Matteo, consulente babywearing®

Per me il babywearing non è solo portare il bambino vicino, ma è qualcosa di molto speciale: una coccola tra mamma e figlio che rinforza il loro rapporto.

Roberta Zingale, consulente babywearing®

Il babywearing è uno strumento di relazione, una modalità di “stare” con il bambino, una strategia di aiutare il bambino a superare problematiche fisiche (coliche, reflusso, ecc.) ed aiutare la relazione mamma – bambino.
Il babywearing aiuta anche i papà a trovare una relazione di unione intima con il proprio bambino.

Stefania Fioravanti, doula e consulente babywearing®

Il babywearing è il naturale proseguimento della getsazione.
E’ avere due mani.  E’ amore. E’ condivisione. E’ libertà. E’ simbiosi. E’ rispolverare in modo moderno antiche tradizioni.

Francesca Ventroni, consulente babywearing®

Come mamma il babywearing mi ha inizialmente aiutata a ristabilire un equilibrio con Andrea ed a seguire Federico nell’aiutarlo ad accettare il fratellino.
E’ il continuum della pancia.

Benedetta Facchini, consulente babywearing®

Il babywearing per me è libertà, non solo inteso come libertà di poter fare diverse cose con la mia bimba in braccio, ma allo stesso tempo la libertà di poter avere la mia piccola sempre a contatto come me, poterla accudire e poter essere sempre presente con lei e per lei.

Marzia Fiordiluna Cervetti, consulente babywearing®

Commenti chiusi